IMU e TASI: SALDO da pagare entro il 16/12/2016

17/11/2016

IMU e TASI: SALDO da pagare entro il 16/12/2016
IMU SALDO  da pagare entro il 16/12/2016
 
CHI DEVE PAGARE :
I proprietari di immobili ed i titolari di diritti reali quali usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sui medesimi, locatari di immobili concessi in leasing a decorrere dalla data della stipula.
 
SONO ESENTI DALL’APPLICAZIONE DELL’IMU LE  SEGUENTI CATEGORIE DI IMMOBILI:
  • ABITAZIONE PRINCIPALE E SUE PERTINENZE ESCLUSI I FABBRICATI CLASSIFICATI NELLE CATEGORIE CATASTALI A/1, A/8, A/9;
  • ABITAZIONE CONIUGALE ASSEGNATA AD UNO DEI CONIUGI A SEGUITO DI SEPARAZIONE LEGALE O DIVORZIO;
  • ALLOGGI SOCIALI, COME DEFINITI DAL DECRETO DEL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE DEL 22/4/2008;
  • UNICA UNITA’ IMMOBILIARE POSSEDUTA DAL PERSONALE APPARTENENTE ALLE FORZE ARMATE E NON CONCESSA IN LOCAZIONE;
  •  FABBRICATI RURALI STRUMENTALI  - ART. 13 COMMA 8 D.L. N. 201/2011;
  • UNITA’ IMMOBILIARI APPARTENENTI ALLE COOPERATIVE EDILIZIE A PROPRIETA’ INDIVISA, ADIBITE AD ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE DEI SOCI ASSEGNATARI;
  • FABBRICATI COSTRUITI E DESTINATI DALL’IMPRESA COSTRUTTRICE ALLA VENDITA FINTANTO CHE PERMANGA TALE DESTINAZIONE E NON SIANO IN OGNI CASO LOCATI. Resta dovuto l’obbligo di presentazione della dichiarazione imu.
  • LA SOLA UNITA’ IMMOBILIARE POSSEDUTA DAI CITTADINI ITALIANI NON RESIDENTI NEL TERRITORIO DELLO STATO ED ISCRITTI ALL’AIRE , GIA’ PENSIONATI , NEI RISPETTIVI PAESI DI RESIDENZA, A TITOLO DI PROPRIETA’ O DI USUFRUTTO IN ITALIA, A CONDIZIONE CHE NON RISULTI LOCATA O DATA IN COMODATO D’USO.
 
ALIQUOTE IMU
ABITAZIONE PRINCIPALE CAT.A/1 – A/8 – A/9  E SUE PERTINENZE QUEST’ULTIME IN MISURA DI UNA PER OGNI CATEGORIA CATASTALE C/2 –C/6 –C/7 : 0,40 per cento ( 4 per mille)
DETRAZIONE PARI AD €. 200,00
 
ALTRI IMMOBILI ED AREE FABBRICABILI :    0,76 per cento (7,6 per mille).
                                                                                                                                             
NOVITA’ INTRODOTTE DALLA LEGGE N. 208 DEL 28/12/2015 (legge di stabilità 2016):
COMODATO USO GRATUITO­­: Riduzione del 50% dell’imponibile per le unità immobiliari, ad eccezione di quelle classificate A/1 – A/8 e A/9, concesse in comodato a parenti in linea retta entro il 1° grado (genitori-figli) che le utilizzino come propria abitazione di residenza, a condizione che:
-Il comodante sia in possesso di un solo immobile in Italia.
  • Il comodante può possedere anche altro immobile, purché sia la sua abitazione principale e sia ubicato  nello stesso Comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato.
  • Il contratto deve essere registrato presso l’Agenzia delle Entrate.
Il soggetto passivo è tenuto inoltre ad attestare il possesso dei suddetti requisiti nel modello di dichiarazione IMU.
IMMOBILI LOCATI A CANONE CONCORDATO: abbattimento del 25% dell’imposta  per le unità immobiliari locate a canone concordato di cui alla legge 9/12/1998, n. 431.
 
IL VERSAMENTO A SALDO DEVE ESSERE EFFETTUATO ENTRO  IL  16/12/2016.
Non è dovuto il pagamento se l’importo complessivo annuo è inferiore o uguale a €. 12,00.
 
Il versamento deve essere effettuato utilizzando il modello F24 oppure gli appositi bollettini postali.
Il codice catastale del Comune di Bovisio Masciago per l’IMU da indicare sui modelli di pagamento è: B 105. I codici del Tributo IMU da indicare  sono i seguenti :  
IMU  imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze        100% al Comune 3912
IMU  imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale                 100% al Comune 3913
IMU  imposta municipale propria per terreni                                                               100% al Comune 3914
IMU  imposta municipale propria per le aree fabbricabili                                           100% al  Comune 3916
IMU  imposta municipale propria per gli altri fabbricati                                             100% al Comune 3918
IMU  imposta municipale propria per fabbricati di cat. D                                           100% allo Stato 3925

TASI – SALDO da pagare entro il  16/12/2016
 
PER L’ANNO 2016 ai sensi dell’art.1 – comma 14 lett. b) della legge n. 208 del 28/12/2015 (Legge di stabilità 2016) è stata ABOLITA  la TASI sulle abitazioni principali e relative pertinenze, ad eccezione delle unità immobiliari classificate nelle categorie catastali A/1 – A/8 – A9. L’abolizione   riguarda  anche  gli immobili   assimilati  ad   abitazione  principale  per  legge. 
 
CHI DEVE PAGARE LA TASI:
I possessori o detentori,  a qualsiasi titolo, di fabbricati e di aree edificabili, ivi comprese le abitazioni principali classificate nelle categorie A/1-A/8-A/9 come definiti ai sensi dell’Imposta Municipale Propria (IMU), ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli. In caso di pluralità di possessori o detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria.
Nel caso in cui l’immobile sia occupato da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare, quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria. L'occupante versa la TASI nella misura del 10% ed il titolare del diritto reale sull’unità immobiliare versa la restante parte nella misura del 90%. Se la detenzione non supera sei mesi nel corso dello stesso anno solare la TASI è dovuta solo dal titolare del diritto reale.
In caso di locazione finanziaria la TASI è dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipula del contratto.
 
ALIQUOTE TASI:
L’aliquota TASI è quella già in vigore nell’anno 2015, approvata con delibera C.C. n. 16 del 5.5.2015, nella misura dell’1,8 per mille per tutte le unità immobiliari.
 
BASE IMPONIBILE
La base imponibile per i fabbricati iscritti in catasto si ottiene rivalutando la rendita catastale del 5% ed il valore ottenuto moltiplicato per i coefficienti previsti dalla legge. Per le aree edificabili la base imponibile è data dal valore venale in comune commercio desunto dalla tabella dei valori di riferimento in vigore.
 
IL VERSAMENTO A SALDO DEVE ESSERE EFFETTUATO ENTRO IL 16/12/2016:
Non è dovuto il pagamento se l’importo complessivo annuo è inferiore o uguale a €. 12,00.
Il versamento deve essere effettuato utilizzando il modello F24 oppure gli appositi bollettini postali.
Il codice catastale del Comune di Bovisio Masciago da indicare sui modelli di pagamento è: B 105
I codici del Tributo TASI da indicare sono i seguenti : 
 
TASI Tributo per i servizi indivisibili su abitazione principale e relative pertinenze        3958
TASI  Tributo per i servizi indivisibili per fabbricati rurali ad uso strumentale                  3959
TASI  Tributo per i servizi indivisibili per le aree fabbricabili                                           3960
TASI  Tributo per i servizi indivisibili per gli altri fabbricati                                            3961
 
INFORMAZIONI
I cittadini possono rivolgersi all’Ufficio Tributi: Ivana Lavezzari  e Ivana Sandroni - Tel. 0362/511235/234.
Responsabile  del  Settore  Finanziario: Dr. Andrea Bongini .
Sarà disponibile sul sito del Comune (www.comune.bovisiomasciago.mb.it) un applicativo per il calcolo dell’IMU e della TASI.
 
 
L’Assessore  al  Bilancio e Tributi                                        Il Responsabile  del Settore Finanziario
     Maria Assunta Colombo                                                                    dr. Andrea Bongini 

Tag: Imu Tasi